HEAVENLY VALLEY E I RESTI DI DONNA LASS

Chissà se “Joseph” Bevilacqua smentirà anche di avere fatto un cerchio attorno a Heavenly Valley (Lake Tahoe) sulla mappa che il suo biografo gli aveva fornito chiedendogli: “Dove nasconderesti tu, un corpo, se fossi un serial killer?”.

“Lo porterò qui, a Heavenly Valley, perché significa paradiso”

Se ne parla qui su Il Giornale.

Heavenly (3)

E’facilmente verificabile che la lettera inviata dal serial killer in quell’occasione fu eccezionalmente indirizzata a Paul “Averly” (che in realtà è Avery, senza “L”) e non al direttore del San Francisco Chronicle, e che il francobollo utilizzato sulla busta è identico a quello qui sotto.

francobollo

“In the beginning God ...created the Heaven” continua la frase. Basta togliere una “R” da “L-averly” (premurosamente sottolineato da Zodiac) per ottenere l’anagramma “Valley”.

paulo

 

Questa voce è stata pubblicata in Ostello Volante. Contrassegna il permalink.

Una risposta a HEAVENLY VALLEY E I RESTI DI DONNA LASS

  1. Pingback: “CUCU”. LA SOLUZIONE DELL’HALLOWEEN CARD | Il Mostro di Firenze

I commenti sono chiusi.