ZODIAC E L’ULISSE DI BEKIM FHEMIU

 

OdisseaCosa c’entrano Ulisse e Zodiac? Per mesi qualcuno si è arrovellato sulle ben poco enigmatiche parole di Mario Vanni, postino di San Casciano condannato all’ergastolo con l’accusa di essere un complice del Mostro di Firenze, sulla reale identità del serial killer.

L’AMERICANO
Le accuse fatte da Vanni ad un allora ignoto Mostro “americano” furono intercettate dalla Procura di Firenze il 30 giugno 2003.
Il postino – per la prima e unica volta – aveva fatto il “nome” del killer. Una persona che si faceva chiamare “Ulisse” – disse Vanni all’amico Lorenzo Nesi  – un americano che veniva dall’America. Lo aveva visto anche in televisione, disse il postino in maniera poco chiara.

NEL BOSCO
Il discorso, pur confuso e fatto da un signore anziano che parlava poco bene, si comprende perfettamente: Pacciani – secondo Vanni – in un’epoca non precisata, aveva incontrato una persona che gli aveva confessato di essere l’autore dei delitti del Mostro di Firenze. Lo aveva incontrato in un bosco.

IMG_6450

ULISSE
Non è affatto chiaro a cosa si riferisse Vanni con la parola “nero” (fascista, afroamericano, un altro soprannome – significa “acqua” in greco). Se per tutte le altre ragioni è abbastanza chiaro che la persona di cui Vanni parla è evidentemente Giuseppe Bevilacqua, sul soprannome “Ulisse” non si era ancora arrivati alla conferma che c’entrasse qualcosa con Zodiac. Fino a che non si riprende in mano il “My name is” cipher di Zodiac.

MY NAME IS: BEKIM-ACQUA
La peculiarità del codice di 13 simboli ideato da Bevilacqua (Zodiac) è che è non è un codice a sostituzione (sarebbe stato inutile, vista la scarsità di simboli) ma una specie di rebus basato sulla relazione fra il proprio nome e cognome, il codice stesso e le parti della frase sottostante. La soluzione è qui.

1

Come si può notare, la prima e la quarta parte della soluzione contengono tutte lettere dell’alfabeto latino. Il motivo in questo caso è legato alla soluzione, che si compone unendo le lettere presenti del codice (“Enea” e  “Quanam”).
Ma K e M? Perché Bevilacqua le ha inserite? Mentre le sostituzioni dei simboli non latini “quadrano” (la croce celtica è il suo logo e corrisponde a una sua iniziale; gli 8 cerchiati sono le vocali; le corna dell’ariete corrispondono alla lettera “C”), non era ancora chiaro per quale ragione avesse deciso di inserire la “K” e la “M” nel codice. Cosa succede se alla soluzione BEVILACQUA si sostituiscono con la K e la M le corrispondenti lettere? Viene fuori questo: BEKIM ACQUA.

1

L’ULISSE VISTO IN TV
Sarà anche questo un caso (come il nome dato nel 1979 a un campo sportivo a due passi dall’ultimo luogo del crimine del Mostro – Zodiac, per l’appunto -), ma Bekim è un nome proprio legato soprattutto all’attore Bekim Fehmiu, protagonista della miniserie televisiva RAI del 1968 “Odissea“.
Può passare il fatto che Zodiac non si facesse chiamare “Nero” perché significa “acqua” in greco. Forse anche il fatto che nell’altra parte della soluzione di un suo cipher si trova il nome proprio di un attore famoso per aver vestito i panni di Ulisse. Ma come avrà fatto Mario Vanni a “inventarsi” tutto, visto che ogni sua parola trova conferme su un cipher di Zodiac, ovvero Joe Bevilacqua? Difficile da spiegarsi.

Questa voce è stata pubblicata in Ostello Volante e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ZODIAC E L’ULISSE DI BEKIM FHEMIU

  1. Pingback: ZODIAC, IL MOSTRO, ELIOT E LA NOTTE INFINITA | Il Mostro di Firenze

I commenti sono chiusi.