IDENTIKIT

Dagli archivi dell’FBI, dell’SFPD e dello sceriffo della Contea di Napa Valley è possibile trarre le seguenti informazioni sulla costituzione fisica dell’uomo che firmava i suoi delitti e le sue lettere e i suoi codici con una croce celtica e la parola Zodiac, entrambi rubati a una marca di orologi ovviamente water-proof.

Lake Berryessa – 27 settembre 1969
I testimoni oculari descrivono così il sospetto Zodiac: altezza 1.75 / 1.80 circa, corporatura robusta. Faccia larga, labbra fini, capelli scuri, corti, con una riga di lato (foto a destra).
Bryan Hartnell, vittima sopravvissuta all’attacco del killer, sottolinea il fatto che Zodiac ha uno stomaco prominente.
Sul selciato lo sceriffo di Napa trova un’impronta di scarponi militari di taglia 44.5. Risalirà alla marca: Wing Walker. Sono stivali che si usavano per salire sulle ali degli aerei. Si vendevano soltanto negli store presenti nelle basi dell’esercito militare.

Lake Berryessa identikit

San Francisco – 11 ottobre 1969
Zodiac viene visto da un gruppo di adolescenti, la notte dell’11 ottobre 1969, mentre sta lasciando una scena del crimine. L’individuo descritto alla polizia di San Francisco corrisponde al sospettato di Lake Berryessa tranne che per due particolari. I capelli di Zodiac ora hanno una strana tinta rossiccia e inoltre il killer indossa gli occhiali. Si tratta evidentemente del travestimento usato da Zodiac per commettere i suoi delitti e di cui il killer parla in una lettera del 9 novembre 1969.

San Francisco identikit