Dicembre 1968. Un volo da Saigon per San Francisco

Quando Zodiac uccise una coppia di adolescenti sulla Lake Herman Road, Vallejo, il 20 dicembre 1968, non era ancora conosciuto come “Zodiac”, e non lo sarebbe stato ancora per circa sette mesi. Nessuno, all’epoca del fatto e nelle settimane successive, rivendicò di aver ucciso David Arthur Faraday, 17 anni, e Betty Lou Jensen, 16 anni.
Gli investigatori furono lungi dall’identificare l’autore del crimine fino alla successiva estate, cioè alla notte del 5 luglio 1969, quando un uomo che si sarebbe firmato in una ventina di lettere come una marca di orologi subacquei telefonò al dipartimento di polizia di Vallejo. La cabina telefonica da cui partì la chiamata era ubicata all’incrocio di Tuolumne e Springs road, presso la stazione di benzina chiamata comunemente “Joe’s Union” (rapporto della polizia di Vallejo, ringrazio Daniele per la segnalazione). L’agente Nancy Slover, che ascoltò la chiamata (non registrata) riportò la seguente rivendicazione:

«Voglio denunciare un duplice omicidio. Se andrete un miglio a est sulla Columbus Parkway fino al parco pubblico, troverete i bambini in un’auto marrone. Sono stati colpiti con una Luger da 9 mm. Ho ucciso anche quei ragazzi l’anno scorso… Ciao. »

Telefonata di Zodiac del 5 luglio 1969, Vallejo

Rivendicazione tardiva
Soltanto il 5 luglio 1969, Zodiac dichiarò la propria responsabilità per il duplice omicidio del 1968 e soltanto dal 1969 iniziò a rivendicare via lettera i suoi delitti. Perché aspettò così tanto? L’assenza di telefonate e messaggi all’indomani del suo primo delitto ufficiale differenzia il duplice omicidio di David Faraday e Betty Lou Jensen dagli altri. Quello di Lake Herman Road è l’unico caso attribuito ufficialmente a lui nel corso degli anni (compreso Riverside) in cui il serial killer non comunicò alcunché agli investigatori o alla stampa prima che fossero trascorsi più di sei mesi, fra l’altro in occasione di un altro agguato. Che cosa lo aveva trattenuto fino a quel momento? Perché aspettò così tanto?

Dove si trovava Joe Bevilacqua nel dicembre 1968?
Al momento potrei solo dire che, all’inizio di dicembre 1968, a Joe mancava poco più di un mese dalla fine del suo turno in Vietnam; era di stanza a Cu Chi vicino a Saigon, dove prestava servizio per il 27 ° reggimento fanteria “Wolfhounds” come sergente dell’intelligence e delle operazioni nella compagnia assegnata al quartier generale (qui i suoi trascorsi militari pubblici). L’esercito gli aveva recentemente conferito la Silver Star, la Soldier Medal e il Purple Heart. Alla fine del dicembre 1968, era quindi teoricamente nella posizione di chiedere al suo Comando un permesso di qualche giorno da poter trascorrere anche fuori dal paese come spettava a tutti i soldati americani che erano in Vietnam per un turno di servizio.

Una vignetta della Pan Am che mostra soldati in partenza per sei giorni di R&R alle Hawaii, 1966

Licenze “rest and recuperation” alle Hawaii
Ai soldati di stanza in Vietnam, nel 1968, era concessa la possibilità di trascorrere una settimana di licenza “Rest and recuperation” (riposo e recupero) al di fuori del paese. Fra le destinazioni erano comprese le Hawaii (vedi qui e anche vignetta in basso).
Joe avrebbe potuto commettere il delitto del 20 dicembre 1968 sfruttando la sua settimana di R&R e un permesso per trascorrere a San Francisco i giorni di licenza che gli spettavano di diritto.
Joe, nel dicembre 1968, era un giovane sergente con 14 anni di esperienza militare. Si può presumere che le onorificenze conferitegli per il suo comportamento sul campo di battaglia (Silver Star, Bronze Star, Soldier’s medal e Purple Heart) potessero aiutarlo a ottenergli l’autorizzazione per passare il suo trentatreesimo compleanno a San Francisco.

I voli Saigon – Honolulu – San Francisco
Ma una licenza di una sola settimana avrebbe consentito a Joe di commettere l’omicidio? Sì. Da un controllo sui voli della Pan Am airways del dicembre 1968 risulta che una settimana di licenza sarebbe stata sufficiente.
Una volta a San Francisco, Joe avrebbe potuto noleggiare un auto, se non ne aveva una propria già in zona, andare a nord della Baia per fare un giro e imbattersi nella piazzola di Lake Herman Road.
E la pistola? Sembra che all’epoca fosse ancora possibile imbarcare armi nella stiva con le compagnie aeree americane (link), perciò l’arma avrebbe potuto persino arrivare dal Vietnam. O forse la teneva in un armadietto postale o in un box in affitto nell’area di San Francisco.
Dai prospetti della Pan Am del dicembre 1968, risulta che Joe avrebbe potuto sfruttare almeno uno dei 4 seguenti periodi per raggiungere San Francisco da Saigon con un permesso speciale di 7 giorni, avendo il lasso di tempo necessario per commettere l’omicidio e tornare in Vietnam.

17-23 DICEMBRE, Volo Saigon – San Francisco a/r – PAN AM 814 e 841 (prospetto)

Andata
Partenza: Saigon, 17 dicembre, ore 14.20
Destinazione: San Francisco, arrivo alle 19.45 dello stesso giorno (a causa del fuso orario).

Saigon San Francisco

Joe avrebbe avuto a disposizione tre giornate prima di commettere il delitto:

17 dicembre, dalla sera
18 dicembre
19 dicembre

20 dicembre (DELITTO)
21 dicembre, fino a sera

Ritorno
Partenza: San Francisco, 21 dicembre, ore 21.00, Pan Am 841
Destinazione: Saigon, arrivo alle 10.45 del 23 dicembre (a causa del fuso orario)

San Francisco Saigon

18 – 25 DICEMBRE* Volo Saigon – San Francisco a/r – PAN AM 842 e 841** (prospetto)

Andata
Partenza: Saigon, 18 dicembre, ore 11.50
Destinazione: San Francisco, arrivo alle 16.15 dello stesso giorno (a causa del fuso orario)

Joe avrebbe avuto a disposizione due giornate prima di commettere il delitto:

18 dicembre, dalla sera
19 dicembre
20 dicembre (DELITTO)
21 dicembre

Partenza: San Francisco, 22 dicembre, ore 21.00, Pan Am 841
Destinazione: Honolulu, arrivo alle 0.10 del 23 dicembre*

23 dicembre, 1 giornata a Honolulu*

Partenza: Honolulu, 24 dicembre, ore 13.30, Pan Am 841
Destinazione: Saigon, 25 dicembre, ore 10.15 (a causa delle differenze di fuso orario)

* Il viaggio di ritorno era alla vigilia di Natale / Natale.
** Domenica 22 dicembre, c’erano altri 5 voli Pan Am da San Francisco diretti a Honolulu: l’817 (partenza 9.00 / arrivo 12.10), l’833 (partenza 9.30 / arrivo 13.45), l’831 (partenza 23.00 / arrivo 14.10), l’801 (partenza 13.00 / arrivo 16.10), l’835 (18:00 / 21.10).

Pan Am 1968 Vietnam

PAN AM R&R Saigon – Honolulu + PAN AM Honolulu – San Francisco

Joe aveva a disposizione anche una combinazione di voli diversi.
Nel dicembre 1968, c’era un’ampia scelta per raggiungere San Francisco da Honolulu e viceversa. Qui elenco solo i voli della Pan Am. Sono una combinazione di voli speciali Rest & Recuperation da Saigon a Honolulu e di voli di linea da Honolulu a San Francisco compatibili con una licenza di 7 giorni e con la data del delitto di Vallejo del 20 dicembre 1968.

16-23 DICEMBRE

Andata

Saigon – Honolulu (prospetto)
P208 Saigon – Honolulu, 16 dicembre, partenza alle 10.10 / arrivo alle 5.25 dello stesso giorno(a causa delle differenze di fuso orario)
Oppure
P208a Saigon – Honolulu, 16 dicembre, partenza alle 17.20 / arrivo alle 12.25 dello stesso giorno (a causa delle differenze di fuso orario)

Honolulu – San Francisco (prospetto)
842 Honolulu – San Francisco, partenza alle 9.30 / arrivo alle 16.15*
814 Honolulu – San Francisco, partenza alle 13.00 / arrivo alle 7.45

Joe avrebbe avuto 4 giornate a disposizione prima del delitto.
16 dicembre, dalla sera / notte
17 dicembre
18 dicembre
19 dicembre

20 dicembre (DELITTO)
21 dicembre

Ritorno

San Francisco – Honolulu (prospetto)
835 San Francisco – Honolulu, 21 dicembre, partenza alle 18:00 / arrivo alle 21.10**

Honolulu – Saigon (prospetto)
P207 Honolulu – Saigon, 22 dicembre, partenza all’1.00 / arrivo alle 8.55 (del 23 dicembre, a causa delle differenze di fuso orario)
Oppure
P207a Honolulu – Saigon, 22 dicembre, partenza alle 8.00 / arrivo alle 3.55 (del 23 dicembre, a causa delle differenze di fuso orario)

* Martedì 16 dicembre, c’erano altri 2 voli Pan Am per San Francisco: l’836 (partenza 10.30 / arrivo 17.15) e l’814 (partenza 13.00 / arrivo 19.45).
** Sabato 21 dicembre (allegato 2), c’erano altri 5 voli Pan Am per Honolulu: l’817 (partenza 9.00 / arrivo 12.10), l’833 (partenza 9.30 / arrivo 13.45), l’831 (partenza 23.00 / arrivo 14.30), l’801 (partenza 13.00 / arrivo 16.30), l’841 (21.00 / 0.10 – 22 dicembre).

17-24 DICEMBRE (7 giorni)

Andata

Saigon – Honolulu (prospetto)
P208 Saigon – Honolulu, 17 dicembre, partenza alle 10.10 / arrivo alle 5.25 dello stesso giorno (a causa del fuso orario)
P208a Saigon – Honolulu, partenza alle 17.20 / arrivo alle 12.25 dello stesso giorno (a causa del fuso orario)

Honolulu – San Francisco (prospetto)
842 Honolulu – San Francisco, 17 dicembre, partenza alle 9.30 / arrivo alle 16.15 *
814 Honolulu – San Francisco, 17 dicembre, partenza alle 13:00 / arrivo alle 7.45

Joe avrebbe avuto 4 giornate a disposizione prima del delitto.
17 dicembre, dalla sera / notte
18 dicembre
19 dicembre
20 dicembre
(DELITTO)
21 dicembre
22 dicembre, fino a sera

Ritorno

San Francisco – Honolulu (prospetto)
835 San Francisco – Honolulu, partenza alle 18:00 / arrivo alle 21.10**

Honolulu – San Francisco (prospetto)
P207 Honolulu – Saigon, 23 dicembre, partenza all’1.00 / arrivo alle 8.55 del 24 dicembre (a causa del fuso orario)
P207a Honolulu – Saigon, 23 dicembre, partenza alle 8.00 / arrivo alle 3.55 del 24 dicembre (a causa del fuso orario)

* Mercoledì 16 dicembre, c’erano altri 2 voli Pan Am per San Francisco: l’836 (partenza alle 10.30 / arrivo alle 17.15) e l’814 (partenza alle 13.00 / arrivo alle 19.45).
** Domenica 21 dicembre, c’erano altri 5 voli Pan Am per Honolulu: l’817 (partenza alle 9.00 / arrivo alle 12.10), l’0833 (partenza alle 9.30 / arrivo alle 13.45), l’831 (partenza alle 23.00 / arrivo alle 14.30), l’801 (partenza alle 13.00 / arrivo alle 16.30), l’841 (partenza alle 21.00 / arrivo alle 0.10 del 22 dicembre.